CRONACA

BARI

Covid, in Puglia 1804 nuovi casi: male la provincia di Foggia con 379 contagiati.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 10 aprile 2021 in Puglia, sono stati registrati 13.461 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.804 casi positivi: 530 in provincia di Bari, 154 in provincia di Brindisi, 149 nella provincia BAT, 379 in provincia di Foggia, 213 in provincia di Lecce, 376 in provincia di Taranto, 3 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 31 decessi: 15 in provincia di Bari, 6 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.991.105 test.

152.439 sono i pazienti guariti.

51.558 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 209.171 così suddivisi:

81.372 nella Provincia di Bari;

20.420 nella Provincia di Bat;

15.356 nella Provincia di Brindisi;

38.289 nella Provincia di Foggia;

20.123 nella Provincia di Lecce;

32.594 nella Provincia di Taranto;

707 attribuiti a residenti fuori regione;

310 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

FOGGIA

Campagna vaccinale: indicazioni sulle sedute straordinarie

In provincia di Foggia sono in corso sedute straordinarie per concludere la somministrazione delle prime dosi a tutte le persone ultraottantenni e per le vaccinazioni di persone con disabilità grave e relativi caregivers e familiari conviventi.

Si ribadisce che in particolare a Foggia, in virtù della scelta regionale dell’ “accesso a sportello” e in considerazione dell’amplia platea di persone coinvolte, ognuno dei punti vaccinali individuati è destinato ad una specifica categoria.

Il centro allestito presso la sede del Don Uva di via Lucera, fino a domenica pomeriggio, è dedicato esclusivamente alle persone ultraottantenni che possono accedere senza prenotazione (da lunedì sarà operativo, sempre solo su prenotazione fatta presso le farmacie o sul sito web www.sanita.puglia.it, solo per le persone di età compresa tra 70 e 79 anni).

Il Drive through di via Protano è dedicato, fino a domenica mattina, alle vaccinazioni in auto di persone di età compresa tra 16 e 80 anni in condizioni di disabilità grave e i relativi caregivers e conviventi. Trattandosi di una sperimentazione, si è preferito partire con un numero definito di persone, contattate direttamente dalla ASL. Pertanto, l’accesso non è libero.

Alle persone residenti a Foggia, di età superiore ad 80 anni, in condizione di disabilità grave, e ai relativi caregivers e conviventi è stato dedicato, per la sola mattinata di oggi, il centro vaccinale dell’ospedale D’Avanzo.

Le persone sono pregate, pertanto, di rispettare tali disposizioni per evitare criticità nelle operazioni vaccinali.


La Polizia di Stato celebra l’anniversario del 169° anno dalla sua fondazione.

Oggi ricorre il 169° anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Anni ricchi di cambiamenti che vengono ricordati, il 10 aprile giorno in cui nel 1981 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge 121 che, come evidenziato dalle parole del Capo della Polizia Prefetto Lamberto Giannini “portava in sé il seme di grandi evoluzioni, ridisegnando una polizia moderna e a forte identità civile”.

Questa mattina, il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese accompagnata dal Capo della Polizia, depone una corona d’alloro al Sacrario dei Caduti presso la Scuola Superiore di Polizia.

Analoga celebrazione è stata effettuata presso la Questura ove il Prefetto di Foggia Raffaele Grassi, accompagnato dal Questore Paolo Sirna, ha deposto una corona d’alloro innanzi alla stele che ricorda i Caduti della Polizia.

La breve cerimonia è stata preceduta da un momento di preghiera curato dal Cappellano della Polizia di Stato, Don Osvaldo Castiglione.

In questo giorno il pensiero è stato rivolto non solo ai caduti durante il servizio ma anche ai tanti colleghi che hanno perso persone care a causa della pandemia.

Nella stessa giornata, la Polizia di Stato è stata insignita di una medaglia d’oro al valor civile. Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito per il compito svolto dai Questori, Autorità provinciali di pubblica sicurezza preposte al coordinamento tecnico operativo dei servizi di ordine e sicurezza pubblica.

L’attribuzione della medaglia d’oro, corona un delicato lavoro svolto in un ampio lasso di tempo che ha visto cambiare profondamente le sensibilità ed il contesto sociale e culturale, fino ai nostri giorni caratterizzati dalla necessità di contemperare il pieno esercizio dei diritti e delle libertà fondamentali previsti dalla nostra Costituzione Repubblicana, con le eccezionali condizioni imposte dalla pandemia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...