SPORT

CALCIO

SERIE A

Nella 32a giornata La Juve batte il Parma in rimonta, l’Inter pareggia con lo Spezia e il Milan va ko con il Sassuolo. Tutti i risultati

Nella 32a giornata del campionato di Serie A la Juventus ha battuto in rimonta il Parma per 3-1 portandosi a -1 dal Milan, secondo in classifica. Allo Stadium al 25′ gli ospiti sono passati in vantaggio con una punizione di Brugman ma al 43′ i bianconeri hanno pareggiato con un sinistro potente di Alex Sandro che al 47′ ha ribaltato il risultato di testa sul cross di Cuadrado. Al 68′ De Ligt ha calato il tris ancora di testa.

E’ terminata 1-1 la sfida tra Spezia e Inter. I liguri hanno sbloccato il match al 12′ con Farias, complice da un intervento imperfetto di Handanovic, ma al 39′ i nerazzurri hanno pareggiato con Perisic. Nella ripresa Lautaro ha colpito due pali e Lukaku ha avuto un’ottima chance per segnare. L’Inter resta comunque in vetta alla classifica.

Il Milan ha perso 2-1 con il Sassuolo. A San Siro al 30′ Calhanoglu con un tiro a giro ha portato in vantaggio i rossoneri ma nella ripresa il giovane talento Raspadori ha prima firmato il pareggio da pochi passi e poi ha firmato anche il raddoppio all’83’ con un destro incrociato.

Il Cagliari ha centrato la seconda vittoria consecutiva espugnando Udine e compiendo un altro importante passo verso la salvezza. Dopo un palo colpito da Pavoletti al 5′ i sardi sono passati in vantaggio al 55′ con Joao Pedro che ha trasformato un rigore concesso per un fallo di mano di Molina. Nel finale Nestorovski ha colpito una traversa.

Pareggio per 1-1 tra Bologna e Torino. Gli emiliani hanno aperto le marcature al 25’ con una conclusione dal limite di Barrow ma nella ripresa al 58′ Mandragora con un destro di controbalzo dal limite ha firmato il pareggio.

La Sampdoria si è imposta per 1-0 sul Crotone grazie alla rete messa a segno a inizio ripresa da Quagliarella in scivolata su cross di Gabbiadini. Pareggio per 2-2 tra Genoa e Benevento. Viola al 5′ ha portato in vantaggio i campani trasformando un rigore assegnato per un fallo di Radovanovic su Lapadula ma all’11’ Pandev da pochi passi ha pareggiato. Al 16′ Lapadula con un sinistro all’incrocio ha riportato avanti il Benevento e al 21′ ancora Pandev ha fissato il punteggio sul 2-2.

SERIE C RECUPERI

Decide un goal capolavoro di Curcio, i rossoneri ritrovano la vittoria allo Zaccheria. 1-0 al Monopoli

Dopo tre giorni dalla debacle contro la Paganese, il Foggia torna allo Zaccheria e ospita il Monopoli dell’ex rossonero Beppe Scienza. I rossoneri possono qualificarsi matematicamente ai playoff in caso di risultato positivo e Marchionni in conferenza stampa ha ribadito di pretendere il massimo dai calciatori dopo le ultime prove poco convincenti. I padroni di casa ritrovano Anelli dopo la squalifica e si schierano con il seguente 3-5-2: Fumagalli, Anelli, Gavazzi, Galeotafiore; Kalombo, Vitale, Rocca, Garofalo, Di Jenno; Dell’Agnello, Curcio. Indisponibili Germinio, Del Prete, Morrone e Salvi. I gabbiani si predispongono a specchio e sono costretti a rinunciare a Iuliano, Satalino, Steau e Bunino.

Il primo pallone è giocato dal Monopoli. Al 10′ Dell’Agnello fa a sportellate con un difensore ed ha la peggio: nonostante l’intervento dello staff sanitario, l’attaccante non riesce a rimanere in campo e viene sostituito da D’Andrea. La prima frazione di gioco è molto spezzettata e l’arbitro estrae ben quattro cartellini gialli: Bizzotto per il Monopoli, Vitale, Anelli e Rocca per i rossoneri. Totale relax per i due portieri, poiché i reparti offensivi non riescono a proporsi con insistenza e convinzione.

Il secondo tempo si apre con i padroni di casa in attacco: Curcio con un tiro rasoterra, al 47′, manda il pallone a pochi centimetri dalla porta del Monopoli. Gli ospiti pareggiano il conto delle occasioni un minuto dopo con una conclusione a giro di Viteritti, neutralizzata da Fumagalli. Al 74′ dai 20 metri Di Jenno si coordina e lascia partire un tiro molto potente: Taliento con un super intervento devia in calcio d’angolo. Al 78′ secondo infortunio per i rossoneri: Anelli avverte un problema al ginocchio, al suo posto Marchionni schiera Agostinone. All’84’ una punizione magistrale di Curcio porta in vantaggio i rossoneri. Il gol del fantasista rossonero consente al Foggia di guadagnare i tre punti che sanciscono in maniera matematica i playoff.

P.VERCELLI – LECCO 1-3

JUVE STABIA – CATANZARO 0-1

BASKET

SERIE B

Torrenova non molla: al PalaTorre battuta con merito Olginate La Fidelia Torrenova batte meritatamente Olginate al termine di una gara di in cui l’intensità e l’energia della squadra di coach Bartocci ha fatto la differenza. La Cestistica impatta bene alla gara, gioca un primo tempo quasi perfetto, subisce il rientro di Olginate ma nel finale la voglia di portare a casa la vittoria fa la differenza con la bomba di Di Viccaro che chiude di fatto i conti. Un successo importantissimo, anche perché con i due punti conquistati la squadra di Bartocci può ancora sperare nella salvezza diretta o quantomeno posizionarsi al meglio al termine della Regular Season. Fidelia Torrenova – Missoltino.it Olginate 63-56 (17-11, 33-19, 47-40) Fidelia Torrenova: Gloria 22 (10/15), Di Viccaro 10 (2/2, 2/7), Klanskis 9 (3/3), Perin 7 (3/4, 0/7), Galipò 7 (2/4, 1/4), Lasagni 4 (2/4, 0/3), Bolletta 4 (2/3), Ferrarotto (0/1, 0/2), Mazzullo ne, Romagnolo ne, Saccone ne. Coach: Bartocci Missoltino.it Olginate: Bloise 13 (2/4, 3/9), Avanzini 13 (1/3, 3/4), Giannini 9 (4/7, 0/3), Lenti 6 (2/6), Ambrosetti 6 (3/3, 0/4), Negri 5 (1/3, 1/4), Tremolada 2 (1/1), Tagliabue 2 (1/1), Brambilla (0/2, 0/1), Marazzi ne, Donegà ne, Chiappa ne. Coach: Oldoini Primo tempo perfetto per Torrenova: la squadra di coach Bartocci approccia in maniera perfetta alla gara e con i canestri dei lunghi Gloria e Klanskis trova punti pesanti sotto il tabellone. Da 3 si segna col contagocce per entrambe le formazioni, così i pochi punti realizzati dalla formazione ospite arrivano solo con Bloise e Giannini: così all’intervallo lungo è 33-19 per la Fidelia. Dagli spogliatoi esce una Olginate più carica e precisa dalla lunga distanza, così le maglie difensive si allargano ed anche sotto le plance Lenti fa la voce grossa. Dall’altra parte Perin, Gloria, Galipò e Di Viccaro mettono punti pesanti, ma nonostante ciò Bloise sorpassa sul 50-51. Torrenova non molla e risponde colpo su colpo, poi nel finale l’energia di Klanskis e Gloria e la bomba di Di Viccaro permette alla squadra di coach Bartocci di portare a casa la gara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...