PRINCIPALI NEWS

LIVORNO

Pubblicato sul sito del Comune e su quello di Livorno Provincia Sviluppo NEET: un bando per giovani tra i 18 e i 29 anni per realizzare progetti innovativi per la città
Una borsa di studio di € 1.000 lordi per ogni giovane partecipante


Sul sito del Comune di Livorno e su  quello di Livorno Provincia Sviluppo è pubblicato un bando, denominato NEET – Nuove Energie Emergono dai Territori, rivolto ai giovani tra i 18 e i 29 anni,   perché  creino e realizzino progetti innovativi per la città: https://www.comune.livorno.it/progetto-neet
Il bando che scade il prossimo 23 giugno, prevede un impegno da giugno a gennaio 2022, l’assegnazione di una borsa di studio di € 1.000 lordi per ogni giovane partecipante, un budget a disposizione per la realizzazione di un progetto di gruppo, e un percorso iniziale formativo e di sostegno.Il Progetto “Nuove Energie Emergono dai Territori” nasce da un gemellaggio Comune di Livorno e Comune di Genova, per sostenere le potenzialità delle giovani generazioni, nell’ambito dell’avviso pubblico “Sinergie per la presentazione di proposte progettuali di gemellaggio fra Comuni per lo sviluppo e la diffusione di interventi di innovazione sociale giovanile” emesso da ANCI e finanziato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale. 
Per informazioni: https://www.comune.livorno.it/progetto-neeto scrivere a progettoNEET@provincia.livorno.it

NEET (Nuove Energie Emergono dai Territori) in dettaglio
Il Comune di Genova e il Comune di Livorno, nell’ambito del bando Sinergie, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù̀ e del Servizio civile nazionale e da ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani – offrono, con il progetto di gemellaggio NEET (Nuove Energie Emergono dal Territorio) la possibilità a 45 giovani (15 genovesi e 30 livornesi) tra i 18 e i 29 anni, di realizzare idee progettuali per la loro città.Il bando prevede:    • L’assegnazione di una borsa di studio di € 1.000 lordi per ogni giovane partecipante;    • La disponibilità di un budget a disposizione per la realizzazione di un progetto di gruppo.
“Nuove Energie Emergono dal Territorio”- NEET – , è  il titolo di questo  programma il cui obiettivo è offrire ai giovani l’opportunità di realizzare progetti per la propria città in armonia con i loro bisogni. Per la realizzazione dei progetti, i giovani selezionati saranno coinvolti in un  percorso di formazione finalizzato all’acquisizione di strumenti utili e di sostegno per mettere in cantiere le proprie idee.

“Nuove Energie Emergono dal Territorio”- NEET – la cui durata sarà  da giugno 2021 a gennaio 2022, è attuato attraverso una rete di PARTNER.Per il Comune di Genova: Città Metropolitana di Genova, Job Centre s.r.l., Università degli Studi di Genova –DISFOR (Dipartimento di Scienze della Formazione), ALFA – Agenzia Regionale per il lavoro, la formazione e l’accreditamento, Amistà –APS, Forum del Terzo Settore di Genova.Per il Comune di Livorno: Consulta comunale delle Associazioni di Volontariato e Promozione Sociale – Provincia di Livorno attraverso la società in house PLIS (Livorno Provincia e Sviluppo).
Per far conoscere “Nuove Energie Emergono dal Territorio – NEET –  sarà promossa una campagna di informazione nelle due città attraverso  l’Informagiovani, le associazioni giovanili, le scuole, le biblioteche,  i centri dell’impiego e  i  social media.
L’obiettivo è quello di promuovere la partecipazione attiva dei  giovani delle due città, fornendo loro stimoli formativi, orientamento all’individuazione di competenze, sostegni economici e strumenti adeguati ai progetti ideati, attingendo tra le risorse dei soggetti partner. Lo scambio e la cooperazione tra le città e tra i giovani è la peculiarità del bando ANCI, che è lo sfondo del progetto NEET, attraverso il passaggio e la condivisione di metodologie e conoscenze sul lavoro con i giovani.
COME NASCE “Nuove Energie Emergono dal Territorio” – NEET 
NEET è un progetto nato nel Comune di Genova nel 2018 – nell’ambito del bando Restart, finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale –  quale cantiere di sperimentazione che ha coinvolto 60 giovani attraverso un approccio innovativo, capace di sostenerli nella generazione di idee e nella loro trasformazione in progetti veri e propri. 
Il trasferimento di questa pratica e delle metodologie utilizzate da Genova a Livorno, nelle quali è stato centrale il protagonismo attivo dei giovani,  permette di dar vita ad un gemellaggio che ha come finalità il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
Individuare e accompagnare 45 giovani, inattivi o in transizione, verso percorsi di impegno  in relazione con i loro bisogni e con le loro idee di innovazione delle città;
Accompagnare i singoli giovani nell’evoluzione personale  attivando competenze e strumenti individuali, collettivi, di orientamento e attraverso moduli formativi brevi e lo scambio tra loro;
Realizzare almeno 3 progetti innovativi fornendo ai giovani le risorse economiche e di agibilità necessarie;
Favorire il trasferimento di metodologie, la conoscenza, lo scambio e la cooperazione tra le città e tra i giovani.

Per informazioni: https://www.comune.livorno.it/progetto-neeto scrivere a progettoNEET@provincia.livorno.it

Presentato Straborgo 2021 – prima edizione. Una festa d’estate in un quartiere storico livornese

Presentata questa mattina al Cisternino di Città la prima edizione di STRABORGO, il nuovo evento dell’estate livornese voluto dall’Amministrazione cittadina e organizzato dalla Fondazione Lem che si terrà a Livorno, nel quartiere di Borgo dei Cappuccini, dal 1° al 4 luglio 2021. Una quattro giorni di concerti, mostre mercatini con gran finale incentrato sulla gara remiera Coppa Risi’atori, dal triplice intento: promuovere e celebrare la tipica gara remiera e accendere i riflettori sull’identità culturale di uno dei quartieri che più riflettono l’anima di Livorno e per ultimo, ma non meno importante, offrire tre giorni di buona musica alle fasce più giovani, le più colpite dalla pandemia.
Presenti alla conferenza stampa il sindaco Luca Salvetti, l’assessore al turismo e commercio Rocco Garufo, il vicepresidente della Fondazione L.E.M. Adriano Tramonti e il leader del gruppo The Zen Circus, Andrea Appino.
“Nelle ultime settimane – ha sottolineato il sindaco Luca Salvetti – ho partecipato a quattro conferenze stampa di presentazione di eventi e, probabilmente, Livorno è la città che nell’estate che sta per iniziare avrà il maggior numero di eventi spettacolari. Sono convinto che lo spirito e lo stato morale delle persone si possano coltivare e far crescere regalando momenti di benessere. La città di Livorno offre una qualità di vita elevata sotto tutti i punti di vista e partendo da questo elemento non posso che essere soddisfatto di questo nuovo evento dell’estate livornese, che ha l’obiettivo di valorizzare un antico quartiere cittadino. Una zona di Borgo Cappuccini continua a pulsare come nei tempi passati e noi partiamo da lì, con questa festa, per recuperare lo spirito che ha da sempre contraddistinto questa parte della città”.
“Tutto è partito circa due anni fa con l’intento di valorizzare il quartiere durante le gare remiere della Coppa Risi’atori”, ha ricordato l’assessore Rocco Garufo. “Ma questo è stato solo il punto di partenza per costruire un evento permanente che veicoli l’identità e la cultura di Livorno attraverso uno dei suoi quartieri più caratteristici. Un progetto che mette insieme tradizione e innovazione, aprendosi in particolare alle fasce più giovani, le più colpite dalla pandemia, con tre concerti pensati proprio per loro”.
Il vicepresidente del L.E.M., Adriano Tramonti, ha rimarcato il valore delle sinergie che si sono attivate all’interno del quartiere. “Questo – ha aggiunto – rappresenta un modello di utilizzo delle realtà territoriali come strumento e veicolo di promozione turistico-culturale che come L.E.M. porteremo avanti nei prossimi anni”.
Nelle parole di Andrea Appino dei The Zen Circus tutto il desiderio di riprendere a cantare dal vivo pur rispondendo alle necessità del momento. “Era strano pensare ad un concerto degli Zen Circus dove non si potesse ballare per evitare i contatti. Eppure, questo ci ha dato lo spunto per pensare ad una scaletta fatta di canzoni per essere prima di tutto ascoltate”.
Il programma di Straborgo in sintesi
Ricca e dislocata la proposta delle iniziative. Si parte dai tre concerti in Piazza Mazzini: Ariete (1° luglio), Frah Quintale (2 luglio) e Zen Circus (3 luglio). Il 4 luglio STRABORGO 2021 guarda invece alla tradizione della Coppa Risi’atori con una diretta tv rimandata su maxischermo della gara dei Gozzi a 10 remi e una cena di festeggiamento con tutti i circoli nautici. In Borgo dei Cappuccini troverà collocazione la mostra fotografica di Stefano Pilato Bar Orione Borgo dei Cappuccini, la Gente di un Rione, una vera e propria rassegna di volti, persone e personaggi storici del quartiere. All’interno del Parco Centro Città, dal 1° al 3 luglio, le proiezioni di lungometraggi dell’associazione Le salon du Cinéma e il 4 luglio lo spettacolo di narrazione Blocco tre di e con Fabrizio Brandi. Ci sarà spazio anche per la street art dell’associazione MuraLi che il 3 luglio, all’altezza di Via San Carlo 167, inaugurerà un nuovo murale realizzato dall’artista Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo. Per tutti e quattro i giorni della manifestazione, nell’area di Porta a mare, le proposte di spettacolo per famiglia del Consorzio Porta a Mare e la mostra fotografica Un lampo nella notte. Storie di mare e di uomini di Bianca Maria Monticelli con testi di Elisabetta Arrighi. Infine, per tutti e quattro i giorni dell’evento anche la proposta di prodotti artigianali della Cooperativa Sociale Brikkebrakke (via Verdi 136) e degli operatori dell’ingegno in piazza Mazzini.
Le iniziative si terranno dalle 19.00 alle 24.00.
Da domani 5 giugno saranno in prevendita su https://dice.fm  i biglietti per i concerti al prezzo simbolico di 5 euro. Tutti gli spettacoli saranno a prenotazione obbligatoria con posto a sedere.
Per maggiori informazioni: http://www.straborgo.it


Forte richiamo del PRI di Sansepolcro alle forze politiche del borgo “invece di pensare alle logiche di partito si pensi al contenuto del programma elettorale”

In questi frenetici momenti che anticipano la creazione delle varie liste elettorali, ci sembra che si ponga molta attenzione alla strategia legata al voto e poco a quanto si attiene i contenuti reali che, in previsione del quinquennio 2021-2026, dovrebbe dare sostanza e impulso alla nostra comunità.

Richiamiamo l’attenzione di tutte quelle componenti politiche e personalità individuali, le quali non si riconoscono in patti precostituiti e liste già preconfezionate, a farsi carico della creazione di una componente amministrativa che possa presentarsi all’opinione pubblica locale con intelligenza, chiarezza, onestà, progetti e programmi concreti, che fungano da viatico per una virtuosa azione di gestione della cosa pubblica in alternativa a vecchie logiche di partito, di coalizione o legata a carriere personali.

Noi da giorni abbiamo proposto 14 punti di pragmatica discussione, ribadiamo che siamo aperti a discuterne e a confrontarci, pronti a collaborare con chiunque sia fattivamente impegnato alla pratica amministrativa concreta e virtuosa.

FOGGIA

Donna decide di denunciare i continui maltrattamenti del marito grazie anche a suo figlio di 7 anni: “mamma fallo, mamma fallo” “papa’ fa il cattivo”.in manette un foggiano di 33 anni.

Attenzione massima da parte dei Carabinieri della Compagnia di Foggia per le vittime di maltrattamenti in famiglia. Questa volta, a finire nel “mirino” dei Carabinieri è stato un 33enne, originario del capoluogo dauno, che, nella giornata di sabato scorso, ha inveito per futili motivi nei confronti di sua moglie, tanto da provocare a quest’ultima la rottura del labbro inferiore.

Fondamentale è stato il coraggio dimostrato dalla vittima, ormai esausta dal comportamento violento da parte del marito nei suoi confronti e dei suoi bambini da oltre 7 anni, nel presentarsi presso il Comando Stazione di Foggia Porta San Severo e denunciare quanto effettivamente accaduto.

Da una prima ricostruzione l’ennesima lite in famiglia pare sia scaturita per ragioni legate all’andare a fare o meno la spesa in presenza questa volta della madre della vittima e dei suoi 2 figli di 4 e 7 anni. Da qualche parola detta ad alta voce l’escalation degli eventi è stata repentina tanto da portare il 33enne a sferrare un pugno alla moglie, che non ha esitato ad andare subito via di casa insieme ai suoi 2 figli che nel frattempo avevano cercato di prendere le difese della madre scagliandosi contro il padre.

Immediato è stato il coordinamento tra la locale Stazione Carabinieri e le “gazzelle” del 112 finalizzato a rintracciare il 33enne, trovato poco dopo presso la propria abitazione.

Per il 33enne fermato è scattato subito l’arrestoe, al termine delle formalità di rito, come disposto dalla Procura della Repubblica di Foggia, lo stesso è stato tradotto presso laCasa Circondariale di Lucera (FG).

L’Autorità Giudiziaria in sede di udienza ha convalidato l’arrestodisponendo per il 33enne l’allontanamento dalla casa familiare.

L’attività posta in essere rientra in un più ampio progetto della Compagnia Carabinieri di Foggia di costante vicinanza al cittadino, soprattutto a coloro i quali appartengono alla categoria “fasce deboli” come donne e bambini, spesso costretti a sottostare alle minacce, ai maltrattamenti e alle offese dei loro “aguzzini”.

Costante è la collaborazione tra l’Arma dei Carabinieri e i Centri Antiviolenza presenti sul territorio del capoluogo dauno, grazie alla quale si sta cercando di incentivare sempre più donne maltrattate a denunciare, convinti che sia l’unica strada percorribile per debellare definitivamente questo fenomeno e ritornare ad una vita più serena.

Esistono inoltre Centri di ascolto per uomini maltrattanti, composti da psicologi, psicoterapeuti, psichiatri ed educatori dove, nel corso dei colloqui di orientamento dove partecipano gruppi di uomini, quest’ultimi possono riflettere sui propri comportamenti, sulla rabbia, sulle problematiche relazionali, sulla genitorialità e sul bisogno di aiuto e sostegno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...